Viaggi di Natale: consigli a prova di imprevisto

Negli ultimi anni, complice anche l’esperienza della pandemia, è cambiato il nostro modo di viaggiare

I lockdown sembrano ormai lontani. Eppure, sono passati pochi anni da quando ci era impossibile viaggiare liberamente. Adesso, per fortuna, lo scenario è cambiato. Ma la pandemia ha lasciato tracce evidenti. Oggi i viaggiatori preferiscono soluzioni più organizzate, badano molto più di un tempo a prenotazioni flessibili e assicurazioni. In altre parole: c’è un’esigenza di tutela molto più accentuata.

Com’è cambiato il modo di viaggiare degli italiani

Un’indagine di CartOrange, compiuta tra i propri consulenti e pubblicata lo scorso ottobre, conferma i cambiamenti post-pandemia. È cresciuto il desiderio di sicurezza, mentre sono calati i viaggi “fai-da-te”.

L’87% dei consulenti ha registrato un incremento delle richieste di polizze assicurative facoltative. L’82% ha notato una maggiore attenzione alla cancellazione flessibile e il 58% prenotazioni più vicine alla data di partenza, nel tentativo di ridurre gli imprevisti.

Quali sono i consigli chiave per partire in tranquillità

Ma allora, quali sono i consigli chiave da seguire per partire senza preoccupazioni? Ecco una lista essenziale di raccomandazioni, utili per viaggiare tutelati in caso di imprevisti.

  • Informarsi bene

Il primo passo è sempre questo: raccogliere in anticipo le informazioni necessarie sulla destinazione che si sta per raggiungere, non solo dal punto di vista dei documenti necessari, ma anche da quello dei requisiti e rischi sanitari. Meglio restare sempre aggiornati, cercando – al momento della prenotazione e prima della partenza – aggiornamenti sui potenziali rischi della nostra destinazione. In questo senso, il sito della Farnesina è sempre la risorsa ufficiale più importante da consultare. Una buona pianificazione riduce lo stress e permette di conoscere in anticipo i potenziali inconvenienti, in modo da strutturare meglio le tutele necessarie.

  • Copertura per annullamento o modifica del viaggio

Stipulare una polizza per il rimborso in caso di penale da pagare per annullamento o modifica del viaggio può essere utile, soprattutto per gli itinerari più impegnativi da un punto di vista economico. Può valere per gli impedimenti del viaggiatore, per problemi della compagnia aerea o della struttura ricettiva, ma anche per eventuali blocchi imposti da altri fattori, purtroppo non inconsueti, che impongano una forzata rinuncia al viaggio.

  • Prenotazioni flessibili

Molto utile potrebbe poi essere optare per alloggi e noleggi con cancellazione gratuita o date flessibili senza penali. Si tratta di opzioni che potrebbero costare qualche euro in più, ma d’altra parte consentono di avvicinarsi alla partenza in modo più sereno.

  • Assicurazione sanitaria

In alcuni casi è obbligatoria. Ma prevedere un’assicurazione per malattie o infortuni durante un viaggio o una vacanza è un aspetto importante, indipendentemente dalla destinazione. Diventa cruciale quando le condizioni igienico-sanitarie della meta sono precarie o se le cure mediche in quel Paese potrebbero essere particolarmente costose. Una copertura sanitaria legata al proprio viaggio può consentire di evitare spese impreviste (eventualmente anche ingenti) e situazioni di emergenza stressanti, difficili da gestire lontano da casa.

  • Bagagli

Quando si viaggia, soprattutto in aereo e nei periodi più affollati come le festività di fine anno, non è raro che alcuni bagagli possano andare persi o arrivare con qualche giorno di ritardo. Anche in questo caso, si può sottoscrivere un’assicurazione specifica per i bagagli, in modo da poter ricevere assistenza e rimborsi in caso di furto, smarrimento o danneggiamento.

Visto che, però, anche l’eventuale rimborso non restituirà gli oggetti presenti in valigia, meglio essere previdenti. È sempre utile, ad esempio, portare sempre con sé, nel bagaglio a mano, almeno un cambio (per i casi d’emergenza), oggetti necessari o preziosi, come macchine fotografiche, laptop o gioielli.

  •  Documenti, denaro e carte

Tutto pronto per partire? Potrebbe tornare utile digitalizzare i documenti importanti, così da averne una copia se si dovesse perdere quella fisica. Anche in questo caso, occhio ai bagagli: meglio portare a bordo carte di pagamento e d’identità, oltre al passaporto (se necessario). Attenzione però a non tenere tutto nello stesso posto. Distribuite gli oggetti fondamentali tra zaino e tasche, in modo tale da non perdere tutto in caso di furto o smarrimento.

In viaggio con UnipolSai Assicurazioni S.p.a.

Attraverso le sue diverse polizze correlate ai viaggi, UnipolSai Assicurazioni S.p.a. è in grado di soddisfare esigenze diverse. Attraverso le sue proposte “UnipolSai Inviaggio Ready”, “UnipolSai Inviaggio Full” e “UnipolSai Inviaggio Frequent”, infatti, viaggiatori di diverse tipologie possono trovare le coperture che più si addicono loro, da quelle standard di assistenza in viaggio, copertura delle spese mediche e assicurazione bagaglio, a quelle più sofisticate di copertura sui voli o sull’annullamento. Le opzioni disponibili arrivano anche a includere ulteriori garanzie aggiuntive e personalizzabili. Per esempio, si può includere la copertura per spese connesse a fermo amministrativo o sanitario, grave ritardo della partenza o la cosiddetta “rischio zero”, qualora sopravvengano eventi fortuiti, atmosferici catastrofali o sociopolitici che impongono una modifica del viaggio.

 

Messaggio pubblicitario. Prima della sottoscrizione leggere il set informativo pubblicato sul sito www.unipolsai.it .